Attività sociale 2012 - UNUCI Firenze

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività sociale 2012

Sezioni > Pisa > 2012
Visita a Nave "Vespucci"

La Sezione ha visitato il giorno 21 ottobre la Nave Scuola a vela della Marina Militare AMERIGO VESPUCCI  in porto a La Spezia.
Come noto Amerigo Vespucci è nato a Firenze il 9 marzo del 1454.
Attirato da una mappa del mondo mostratagli dal nonno, capi’ dell’esistenza di terre sconosciute mentre studiava le teorie di Tolomeo, geografo greco , astronomo, considerato il padre della geografia.
I porti spagnoli acquistavano importanza il che convinse Amerigo a lasciare Firenze e a  recarsi a Siviglia nel 1491 in cerca dei nuove terre.
A Siviglia conobbe Cristoforo Colombo, facendosi coinvolgere, dopo il primo viaggio di Colombo,   nelle attività di scoperta di nuove mondi con risultati, alla fine,  storici molto importanti.
Amerigo, che dette il nome alle Americhe, veleggio’ da Siviglia al Centro  e Sud America e successivamente da Lisbona verso l’America del sud fino alla Terra del Fuoco  consegnando di fatto il Brasile alla corona portoghese.
La visita a bordo è stata molto interessante anche perchè guidata dal Capo Servizio Marinaresco che ha descritto con ogni particolare la vita a bordo degli allievi dell’Accademia Navale durante le crociere estive.
Alle fine pranzo al Circolo Ufficiali di La Spezia e nel pomeriggio visita al Museo Navale Militare all’interno dell’Arsenale della Marina Militare.
Prima del rientro un salto alla Banchina Scali dove erano ormeggiati due sommergibili,  un incrociatore  , due fregate e l’intero  Gruppo Cacciamine .
In allegato la foto di gruppo su Nave Vespucci e la foto di nave Vespucci.

Foto di gruppo su Nave "Vespucci"
Nave "Vespucci"

Conferenze nelle scuole


La Sezione, nell’ambito delle attività programmate, come ogni anno, grazie al Capitano r del Genio Lodovico Anibaldi, iscritto UNUCI Pisa, Tesoriere dell’UNUCI di Pisa  e Presidente della associazione DIVISIONE ACQUI Sezione di Pisa,ha programmato una serie di conferenze nelle scuole di Pisa e della provincia all’argomento l’Olocausto della Divisione Acqui.
Da circa venti anni , questa attività prosegue regolarmente per portare a conoscenza agli alunni, ma anche agli insegnanti,  dell’eroismo dei nostri soldati a Cefalonia e Corfu’ all’indomani dell’armistizio nel settembre del 1943.
In quei tristi e tragici giorni i nostro eroici soldati , tutti nostri fratelli, non hanno esitato a sacrificare le loro vite per rimanere fedeli al Giuramento prestato alla Patria e per il Loro Onore di uomini e Soldati.
Le conferenze nelle scuole sono state circa 40 di  tre ore cadauna per una complessiva presenza di mille scolari un centinaio di professori, spesso totalmente all’oscuro degli avvenimenti illustrati, ricevendo da parte dei presidi e dei professori elogi e ringraziamenti .
In allegato una foto del Cap. r  Anibaldi al centro dell’immagine, in divisa,  con il labaro  pluridecorato della Divisione ACQUI e nella foto numero due il Cap r Anibaldi Lodovico, a destra, durante una cerimonia presso la Prefettura di Pisa


Labaro pluridecorato della Divisione ACQUI
Cap.g.(ris) Lodovico ANNIBALDI

Museo Stibbert - Firenze

Nell’ambito della attività programmata, la Sezione ha effettuato una visita presso il Museo Stibbert di Firenze il giorno 7 ottobre.
Il museo fu creato da Frederick Stibbert di padre inglese e madre fiorentina. Frederick proveniva da una famiglia di militari , il padre Colonnello delle prestigiose Coldstream Guards e il nonno Generale in Bengala. Frederck dedico’ tutta la vita, spendendo intere fortune per trasformare la propria casa di 5000 metri quadrati in Firenze, in un museo.La stragrande parte della villa è dedicata alla vita militare orientale ma non manca una interessantissima parte europea e una giapponese piu’ importante di quella che su puo’ vedere presso il British Museum di Londra. Interessantissima la Cavalcata dei Samurai del ‘700 e altre armature provenienti da Costantinopoli

Bardonecchia

In occasione di un incontro  presso la Sistemazione Logistico- Addestrativa di Bardonecchia, ha visitato il forte di Exilles e quello di Bramafam.
Il giorno 29 agosto, durante la  visita guidata presso il forte di Exilles, è stato possibile vedere il settore delle truppe alpine, quello delle architetture militari con sei plastici, sei modellini , sei scocche illustranti la pluricentenaria vita del forte.Una possente macchina bellica. Mappe, schizzi, disegni, piante e spaccati per un percorso da leggere ,per una storia antica di secoli.Molto interessante anche il Basso Forte con vista sul Grande Fossato sul quale incombeva la Batteria Reale.
Il giorno successivo una visita al forte Bramafam , oggi una dei piu’ interessanti musei militari.
Costruito tra il 1874 ed il 1889 sul medesimo sito di un castello medioevale fu concepito  per proteggere lo sbocco della galleria del Frejus da eventuali attacchi da parte francese.Dotato di un armamento di primordine, due torri corazzate da 120/21 , quattro cannoni a tiro rapido da 57 mm e sei pezzi da 87.
Dopo l’8 settembre il forte fu occupato dalle truppe tedesche. Nel primo dopoguerra il forte subi diversi saccheggi ma nel 1955 fu trasformato in museo militare tri piu’ ricchi d’Europa.

nella foto 1). un  interno del forte di Exilles con soci UNUCI
nella foto 2) il forte di EXILLES di notte d’inverno.
nella foto 3) una foto di un interno del forte Bramafam

Visita alla 46^ B.Aerea

La Sezione UNUCI, nell’ambito delle attività previste, ha , il giorno 21.6.2012, effettuato una visita alla 46^ Brigata Aerea di Pisa.
Tutti i partecipanti, riuniti nell’aula Briefing dell’Aeroporto Militare, hanno ricevuto il saluto del Comandante della Base,  Generale B. A.  Aurelio COLAGRANDE, che ha effettuato una breve descrizione del programma previsto dopo di che sono stati effettuati i rituali scambi di CREST tra il Generale Comandate e il Presidente dell’UNUCI di Pisa  Contrammiraglio  r Aldo REATI.
La visita,  ha previsto una particolareggiata sosta al Reparto Meteo, dove sono state descritte tutte le operazioni da effettuarsi per conoscere la variazione del tempo metereologico nelle aree interessate dalle operazioni di volo del giorno.
A seguire una visita ai due allenatori con a bordo allievi piloti, di varie nazionalità,  in addestramento.
Ultima ed intensissima visita a bordo di aeromobili operativi con ampia descrizione, da parte degli accompagnatori, di tutte le manovre previste per l’impego operativo dei vari velivoli militari assegnati alla Base di Pisa.
Al termine colazione presso il Circolo Ufficiali dell’aeroporto.
In allegato una foto del rituale scambio di Crest tra il Comandate della Base Aerea e del Presidente dell’UNUCI di Pisa e una foto di gruppo con sullo sfondo un velivolo della 46^ Brigata Aerea.


Scambio dei Crest
Foto di gruppo
Il Comandante della 46 con un giovane partecipante
Visita all'IGM

La Sezione nell’ambito delle attività programmate, ha effettuato una seconda visita, per il personale che non ha potuto partecipare alla prima lo scorso anno, all’Istituto Geografico Militare di Firenze il giorno 22.5.2012.
Come noto l’IGM ha il compito di fornire supporto geotopocartografico alle Unità e Comandi dell’Esercito Italiano.
Trae le sue origini dall’Ufficio del Corpo di Stato Maggiore del Regio Esercito che nel 1861 aveva riunito in se’ le tradizioni e le esperienze dell’omologo ufficio  del Regno Sardo, del Reale Officio Topografico Napoletano e dell’Ufficio Topografico Toscano.
La visita è sta molto interessante e la partecipazione dei soci UNUCI di Pisa, Lucca, Livorno è stata massiccia.
Alla fine saluto del Comandante l’IGM, il Generale B. Giovanni Petrosino con il relativo e tradizionale scambio di CREST con l’UNUCI di Pisa (in foto).
Al termine della visita, tutti ci siamo fermati ad ammirare il famoso Cenacolo di Sant’Apollonia a metà strada tra l’IGM e il Circolo Ufficiali di Presidio dove la quasi totalità dei soci si è fermata per la seconda colazione.


Consegna del Crest
Cenacolo di Sant'Apollonia
Visita al CISAM

La Sezione, nell’ambito delle attività previste per il corrente anno, il 20.4.2012 ha effettuato una visita al CISAM (Centro Interforze Studi per le Applicazioni Militari) sito in Tirrenia (PI).
Il Direttore del Centro, l’Ammiraglio Ispettore Domenico DE BERNARDO, ci ha ricevuto nella Aula Magna dove è stato effettuato un briefing sulle attività, soffermandosi particolarmente sulla parte Nucleare e quella delle interferenze elettromagnetiche.
Mentre per la parte nucleare, oramai si tratta di chiudere le attività, per la parte Compatibilità Elettromagnetica , il personale esegue studi, misure e sperimentazioni per la verifica della compatibilità elettromagnetica di apparati e sistemi d’arma, fornendo inoltre consulenza e supporto agli Stati Maggiori ed alle Direzioni Generali sulle relative problematiche.
Interessante l’attività di laboratorio per la problematica TEMPEST e altre prove per i sistemi d’arma contenenti elettroesplosivi e prove HERO.
Alla fine pranzo per tutti, presso la mensa del Centro, con relativo scambio di crests fra l’Ammiraglio Direttore del Centro e l’Ammiraglio r Aldo REATI, presidente dell’UNUCI di Pisa

Scambio dei crest
Foto di gruppo
Gita nel Senese

Nell’ambito delle attività previste dalla Sezione UNUCI di Pisa, si è organizzata una gita con bus, in collaborazione con la Associazione Italia Nostra di Cascina (PI), per una visita nel senese ad infrastrutture medievali protette da apposite fortificazioni difensive militari. Molto interessante quella del borgo fortificato di Monteriggioni. La località è apparsa avere una cinta muraria di forma ellittica lunga 570 metri e spessore di due.In origine le merlature erano quadrate , bertesche con un camminamento di ronda.Aveva 15 torri , alte 15 metri , oggi visibili solo 11 alte 6,5 metri.La località, definita anche castello di Monteriggioni, era circondata da carbonaie, fossati pieni di carbone al quale veniva dato fuoco durante gli assalti degli assedianti, che vennero abolite con l’avvento dell’artiglieria.
Da ricordare che il castello assediato dai fiorentini resistette anche all’artiglieria , caduto invece solo grazie al tradimento di un capitano senese.
Le mura hanno due porte che conservano le tracce dei cardini , delle buche delle stanghe di chiusura e delle saracinesche.Una porta presenta anche resti del rivellino.
All’interno una bellissima pieve costruita nel 1219 che ha una facciata policroma con un grande portale sormontato da un archivolto sopra il quale c’è un occhio con decorazioni in laterizio.
Al termine delle viste rientro a Pisa.
Foto a lato (sopra): Le fortificazioni
Foto a la to (sotto): Una delle chiese visitate durante la gita.


Fortificazioni di Monteriggioni
Visita ad una chiesa
Visita alla Base Navale di La Spezia

Dopo la visita all’aeroporto della Marina Militare di Luni/Sarzana avvenuta nel 2010 e della portaerei CAVOUR nel 2011, allo scopo di completare la visione dell’intera Area Operativa della Marina Militare nella Zona dell’Alto Tirreno, ha proceduto alla visita della Base Navale di La Spezia.
Primo appuntamento con l’Arsenale Militare e le varie sistemazioni logistiche,secondo appuntamento Nave Amerigo Vespucci ai lavori di ammmodernamento, terzo appuntamento la Banchina Scali del porto Militare con un rapido sguardo all’intera flottiglia dei Cacciamine e, infine, imbarco a bordo della Nave Rifornitrice di Squadra VESUVIO.
Dopo un dettagliato briefing da parte dell’Ufficiale di Guardia circa l’attività operativa dell’Unità Navale, il Gruppo Unuci unitamente al Gruppo ANMI (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) sezione di Pisa, nostri graditi ospiti, ha effettuato una completa visita a bordo. Molto interessante la descrizione del sistema di rifornimento in mare di due unità navali contemporaneamente e del sistema di rifornimenti prora- poppa.
Alla fine saluto del comandante della nave con scambio dei tradizionali CRESTS. Nel pomeriggio pranzo al Circolo Ufficiali della Marina Militare di La Spezia.


Consegna crest
Il gruppo
Nave "Vesuvio"
Visita all'IGM

La Sezione, il giorno 9.2.2012, insieme alla associazione Italia Nostra di Cascina, nostri tradizionali amici, ha visitato l’IGM(Istituto Geografico Militare) di Firenze.
L’attuale organizzazione, trae origini dall’Ufficio del Corpo di Stato Maggiore del Regio Esercito che nel 1861 aveva riunito quello Sardo, quello Napoletano e quello Toscano.
Trasferito da Torino a Firenze nel 1865 fu poi trasformato in Istituto Topografico Militare per assumere poi l’attuale denominazione.L’Istituto serve le necessità militari e civili ed è percio’ altamente qualificato per le esigenze territoriali nazionali. La visita è stata accompagnata da due guide altamente qualificate ed è stata molto interessante sia per la descrizione della parte antica che di quella moderna . E’ stato possibile esaminare la copertura aerofotogrammetrica del territorio nazionale ma anche la problematica dei confini nazionali che ancora oggi, specialmente da parte della Francia, non sono ancora ben definiti visto che i francesi non perdono occasione per fare ancora oggi qualche picciolo ritocco a loro favore.
Alla fine il gruppo ha visitato il Cenacolo di Sant’Apollonia, una vera opera d’arte restituita all’ammirazione dei fiorentini.

Cerchio azimutale
I partecipanti all'IGM
Fazio degli Uberti

Questa Sezione ha organizzato, nell’ambito delle attività previste, un incontro con l’associazione Culturale ^Incontro^ di Pisa dal titolo : FAZIO DEGLI UBERTI POETA.
Era prevista la presenza di tre autori che a suo temo avevano già vinto il concorso che annualmente organizza la associazione che abbiamo ospitato. Sono stati presentati brani di opere dei suddetti autori con relativi commenti e interventi del folto pubblico (la cittadinanza era invitata). Gli argomenti sono stati prevalentemente marittimi, anche a livello scientifico e militare. Alla fine saluto alla presidente della associazione amica, con un drink offerto dall’UNUCI e la donazione del crest dell’UNUCI di Pisa.
In allegato una foto della manifestazione-da sinistra verso destra la professoressa Edda Pellegrini Conte, scrittrice, docente e, a seguire, la presidente della associazione ospite la professoressa Adriana Pazzini, moglie di un nostro socio UNUCI, e infine il Presidente dell’UNUCI di Pisa Contrammiraglio ^r^ Pil. Aldo Reati.


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu