61° AUC fanteria - UNUCIFirenze

Logo UNUCI Firenze
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Soci scrivono...
Un appuntamento mancato
Correva l’anno 1970 esattamente il 6 ottobre quando presi il treno alla volta di Ascoli Piceno con in mano la cartolina precetto per l’arruolamento alla scuola ufficiali di complemento, 61° corso A.U.C.- Il cielo era plumbeo e faceva pure freddo. Ad Ascoli, ridente città marchigiana ai piedi del Colle di San Marco e a due passi dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini, la situazione metereologica non sarebbe stata certamente migliore. E così fu per tutti quei cinque mesi di scuola. Cinque ai quali seguirono tre da sergente A.U.C. al reparto, per poi concludere i quindici mesi complessivi di servizio militare da sottotenente di complemento. Il 22 maggio 2010, in occasione dei quarant’anni da quel lontano ottobre del 1970, ci ritrovammo di nuovo ad Ascoli Piceno tutte e tre le compagnie del II battaglione allievi ovvero la 4a. la 5a. e la 6a. Purtroppo come accade nella vita, non c’eravamo proprio tutti, ma più di cento sì! Furono tre giorni bellissimi.
Il sabato, dopo lo schieramento nel piazzale della scuola, fummo ospiti a pranzo dal colonnello comandante nella nostra vecchia sala mensa che poi non era cambiata molto da quel tempo lontano. Ci fece l’onore con la sua presenza anche il nostro comandante di compagnia di allora, nel frattempo promosso generale. Ovviamente eravamo alloggiati tutti in un grande albergo del centro di Ascoli, nei pressi di Piazza del Popolo, soprannominata piazza Meletti in omaggio all’elegante bar del 1907 in stile liberty ricco di leccornie artigianali e specialità picene. In seguito, ci furono due successivi raduni e tanti tentativi di fare raduni di un certo livello financo su una nave da crociera. Ma il vero obbiettivo era il 2020: la ricorrenza dei cinquant’anni! E questa volta era stata avanzata l’ipotesi di farlo a Roma, località più facile da raggiungere da tutta la penisola. Un programma ambizioso ma fattibile: visita al Quirinale, presidente Mattarella permettendo e a seguire pranzo al circolo ufficiali di presidio in via XX Settembre. Poi è intervenuto Covid-19… Ma ci vorrà ben altro per far saltare un simile evento ad un ufficiale dell’esercito italiano: se non sono 50 saranno 51!
1° Cap. Carlo GATTAI
Logo Firenze
(c) 2020, UNUCI Firenze
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu